Idranti

I mezzi più utilizzati dai Vigili Del Fuoco.

Gli idranti si dividono in tre categorie: 

-Idranti a muro

Disponibili con diametro nominale UNI 25, UNI 45 e UNI 70, devono essere alloggiati in apposite cassette di contenimento corredate di rubinetto, sella salva manichetta, lancia di erogazione intercettabile, chiave di manovra e cartello segnaletico.

-Idranti soprasuolo (colonnine)

Sono più comunemente chiamate "colonnine antincendio" sono disponibili con attacchi di varie misure (UNI 45, UNI 70 e UNI 100) e sono collegate direttamente alla rete idrica. Ogni colonnina deve essere munita anche di un corredo idrante nelle immediate vicinanze. Tale corredo è composto da: cassetta di contenimento per manichetta/e idrante, lancia/e di erogazione intercettabile, chiave di manovra per idranti soprasuolo e cartello segnaletico.

-Idranti sottosuolo

Sono idranti installati appunto sotto il suolo ed accessibili tramite chiusini a forma di ellisse. Devono essere corredati (nelle immediate vicinanze) da un dispositivo chiamato "collo di cigno", da una chiave di manovra apposita e da un cartello segnaletico, oltre al corredo come per gli idranti soprasuolo. La manutenzione programmata degli idranti e dei corredi (obbligatoria per legge) deve essere effettuata su tutti gli idranti.

-Accessori Idranti

Cassette di contenimento, selle salva manichetta, lance e controtelai a muro.
Gli accessori per idranti quali cassette di contenimento, lance di erogazione, lastre frangibili, selle salva manichetta, ecc., sono pensati per organizzare al meglio l'estetica e la praticità d'uso degli idranti a muro, soprasuolo e sottosuolo. Tutti gli accessori sopra descritti, sono obbligatori e devono rispettare le normative vigenti.